obiettivo sentirsi bene
Menu

Il treno del tempo non passa mai una seconda volta sulle stesse rotaie…

4 aprile 2016 - CRESCITA PERSONALE, PENSIERI POSITIVI
Il treno del tempo non passa mai una seconda volta sulle stesse rotaie…

Sono seduta alla mia scrivania in ufficio immersa in numeri e parole e dati da gestire, intanto la radio manda quella canzone di alcuni anni fa rivisitata oggi da Claudio Baglioni e Gianni Morandi: “La vita è adesso”. Quanto è sempre stata attuale e quanto sempre lo sarà questa canzone perché “la vita è adesso” è il “qui e ora” ed è un insieme di tre parole che assumono un significato sempre più vero, più reale, più profondo, perché se ci pensiamo bene, noi tutti, sempre a rincorrere qualcosa, sempre a rincorrere il domani, ci perdiamo tante di quelle cose belle che ogni istante la nostra vita ci offre da vivere e sperimentare,  che nemmeno ci si immagina. Ogni momento della giornata racchiude in sé una meraviglia, un momento per gioire, apprezzare, ringraziare, vivere…Non ha senso rimandare, rinviare, rinunciare a fare qualcosa o a vivere un’istante perché, per quanto potranno arrivare e verificarsi nuove situazioni e nuove condizioni, queste non saranno mai più uguali a quello che abbiamo lasciato andare. La vita è sempre in movimento ed è davvero come sentirsi su un treno che passa in mezzo al tempo e noi, sporgendoci dai finestrini e allungando la mano, possiamo cogliere tutto ciò che in ogni istante ci attrae, ci chiama.

 e il paesaggio circostante non è mai lo stesso. Se vogliamo che la nostra vita sia vera, sia reale, sia appagante, non dobbiamo sprecarne nemmeno un istante. Apprezziamo il più che possiamo tutto ciò che ci viene incontro e tutto quello che succede. Impariamo a vivere il presente e a coglierne ogni sfumatura per poter assaggiare davvero tutti i colori come doni da scoprire, subito; come quando riceviamo un regalo e vogliamo scartarlo e provare subito la gioia che ci procura;

Non rinunciamo a trascorrere una giornata insieme a persone a cui vogliamo bene perché dobbiamo finire a tutti i costi un lavoro iniziato ma che può attendere, non rinunciamo a fare una passeggiata nella natura perché piove. Quante volte succede? Troppo spesso e poi quando ci giriamo indietro e diciamo a noi stessi: “Quanto mai non ho fatto questo…”, oppure “Quanto mai non sono andato in quel luogo…”, proviamo un senso di disagio rendendoci conto di esserci persi qualcosa. Ecco perché il momento, l’attimo, l’istante vitale è adesso ed è da vivere adesso.

Se ti è piaciuto questo post, condividilo sui tuoi social!
Pin It

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>